I FRUTTI ANTICHI,I BOSSI E IL LABIRINTO DELLA MASONE(a cura di Lorena Raspanti)

Il 2 aprile siamo partiti verso le colline di Parma e Reggio Emilia alla scoperta di due vivai d’autore e del labirinto di Franco Maria Ricci.

L’azienda di Maioli Enzo, dal 1928, ricerca e coltiva piante di frutti antichi e dimenticati. Durante la nostra visita, Erica Maioli, ex studentessa del corso di laurea in Verde Ornamentale e Tutela del Paesaggio di Imola, ci ha accompagnato tra le oltre mille varietà finora recuperate. Tante novità e due piacevoli sorprese, il Pero della nonna e la Mela degli innamorati, due frutti imolesi “salvati” da Erica durante gli studi nella nostra città!

http://www.maiolifruttiantichi.it/

Minari Buxus, produttore di Bossi e Garden designer, ci ha accolto nel suo vivaio e giardino. Nel vivaio di Minari abbiamo trovato un’atmosfera calda e accogliente, un mondo verde dedicato quasi esclusivamente al Bosso! Un luogo affascinante alla scoperta di diverse forme e varietà del caro Bosso che “ha attraversato i secoli avendo la meglio su stili e gusti effimeri”.

http://minaribuxus.com

 

Il labirinto della Masone, nato da un’idea dell’editore Franco Maria Ricci, è Il più grande labirinto esistente, composto interamente di piante di Bambù! Molto interessante la mostra temporanea del fotografo Mauro Davoli “Nature morte”.

http://www.labirintodifrancomariaricci.it

 

gita_aprile2017